Euro ed Oro: attesa del capitombolo del dollaro

Trump sostiene l’azionario

Il #Dollaro debole ha portato una fase positiva dei mercati che stanno continuando a salire in maniera omogenea.

Attesa di un pullback, ma rimane un’idea di prospettiva rialzista che potrebbe arrivare nel medio lungo periodo al breakout della linea statica a 1.12$.

La fase ciclica dell’EurUsd ci mostra un periodo che prelude un rialzo dal breve al lungo periodo: infatti il ciclo a 50 giorni, rafforzato dalla fase media del ciclo di lungo, ci indica una movimentazione rialzista di medio lungo periodo che potrebbe portare al raggiungimenti dell’area intorno a 1.15$.

Ovviamente non è solo un rafforzamento del Euro ma un indebolimento del Dollaro e della politica made in USA con i suoi tagli e i suoi meccanismi protezionistici.

Trump ha la ragione dalla sua parte

Ma in fin dei conti Trump può aver ragione: l’azionario è salito e l’economia potrebbe fare altrettanto grazie ai tagli, che hanno agevolato le aziende e l’occupazione, e alla svalutazione del Dollaro che ha portato ad una maggiore consapevolezza d’acquisto.

I dazi hanno fatto il resto: infatti tutto ciò che prevedono è un protezionismo che ha fatto salire il manifatturiero interno e rendere meno efficaci i prodotti d’importazione.

Purtroppo i mercati continuano a sfiduciare il valutario dipinto di verde premiando un’azionario che potrebbe far toccare livelli record qualora si avranno altri tagli.

L’Euro approfitta del respiro

Quindi se da una parte si prende, dall’altra si toglie: l’Euro ha solo da approfittarne, spinto dalla fiducia degli investitori, un nuovo esecutivo politico-economico, l’indebolimento del dollaro ed una situazione tecnico-grafico tutta a favore.

Guarda il video per approfondire questa tematica qui di seguito o clicca qui

Buon Trading a tutti,

Christian Ciuffa

Potrebbero interessarti anche...